Libertà finanziaria - come raggiungerla e vivere di rendita

Il modo migliore per cambiare la tua vita e raggiungere la tua libertà finanziaria è trovare qualcuno che ha già ottenuto quello che vuoi e imitare il suo comportamento. Come vivresti la tua vita se potessi svegliarti ogni mattina sapendo che arriveranno i soldi necessari per soddisfare le tue esigenze di base ed anche i tuoi obiettivi e sogni? Ecco che cosa è veramente la libertà finanziaria. La possibilità di far fronte alle spese fisse attraverso una rendita automatica che ci perviene quindi indipendentemente dal fatto che si lavori o meno. Ci possiamo quindi sentire finanziariamente liberi dal momento in cui il nostro tenore di vita viene completamente finanziato attraverso una rendita automatica che viene generata da scelte di investimento fatte precedentemente. Non avrai raggiunto una vera libertà finanziaria se:

  • Lavori come dipendente e sei legato allo stipendio per vivere (anche se hai uno stipendio molto alto).
  • Hai vinto al gratta e vinci una cifra cospicua che ti permette di avere un tenore di vita molto agiato. Ricorda che se non avrai acquisito competenze nella gestione del denaro, ti ritroverai al punto esatto in cui eri prima della vincita
  • Hai un’attività online che ti genera del reddito, ma è strettamente legata alle policy di un solo vendor; alla prima modifica delle policy (vedi google negli anni passati) ti giochi tutto.
  • Lavori in proprio ma ti ritrovi continuamente a rincorrere i tuoi clienti per ricordare loro di saldare il debito

L’importante non è quanto guadagni, ma quanto ti resta in tasca

Raggiungere la libertà finanziaria partendo da zero euro

L’indipendenza finanziaria non è solo una questione legata al reddito che si riesce ad ottenere attraverso la creazione di una rendita automatica, ma è soprattutto saper gestire il denaro in maniera corretta. Come dicevo durante l’introduzione all’articolo, ci sono decine di esempi (basta ricercare su google) che dimostrano come la cattiva gestione di una rendita percepita, ad esempio da un’eredità improvvisa o da una vincita, porta la persona, nel giro di qualche anno, ad essere nella situazione esatta in cui era prima dell’evento. Inoltre, oltre a saper gestire il denaro nella maniera corretta, è essenziale avere una mentalità che ti porti costantemente a ragionare e pensare come ragionano i milionari. Così facendo la tua mente sarà focalizzata a ragionare “in grande” e sarai in grado di generare motivazioni talmente forti da darti quella determinazione che porta a produrre idee ben precise, energia, costanza, motivazione e di conseguenza risultati.

Se non hai mai sentito parlare di T. Harv Eker ti consiglio di prenderlo come modello da imitare, in quanto ha investito decine di anni della sua vita ad elaborare le strategie mentali che determinano le differenze tra persone che hanno successo e persone che non riescono a raggiungerlo. Ti consiglio peraltro il suo bestseller “I segreti della mente milionaria: il gioco interiore della ricchezza”. La notizia che potrà confortarti è sapere che l’80% dei milionari è di prima generazione, ovvero ha costruito il suo patrimonio partendo da zero. Considerando che viene comunemente definito “ricco” colui che detiene un patrimonio liquido (ovvero non investito) di almeno un milione di euro, vuol dire che in Italia abbiamo circa un milione e mezzo di persone che hanno raggiunto la ricchezza partendo da zero. Purtroppo il 76% delle persone pensa che il frutto di tali ricchezze sia derivato dalla disonestà, immoralità ed evasione. Queste persone rimarrebbero stupite se sapessero che non è stato il denaro che li ha resi ricchi ma la loro mentalità. Se parti quindi da zero euro e vuoi raggiungere l’indipendenza finanziaria, oltre a cambiare la mentalità e saper gestire il denaro in maniera corretta evitando le spese inutili, dovrai iniziare da questi semplici passi:

    • Cerca di non spendere più del 70% del tuo stipendio.
      Esempio: Mensilmente ho delle entrate pari a 1500€ ed il mio tenore di vita mi porta ad avere mensilmente delle uscite pari a 1000€. Tenendo di conto che il 70% di 1500€ è 1050€, correttamente ho delle uscite inferiori al 70% delle mie entrate
    • Accantona subito il restante 30% in un piano di accumulo (PAC) o asset liquidi come obbligazioni o azioni di società quotate (informati con il tuo consulente finanziario di fiducia). E’ importante non tenere quei soldi “non spesi” sul conto corrente per evitare di acquistare con bancomat cose che poi ti faranno pentire di aver speso tutti quei soldi
    • Investi il tuo tempo libero in formazione, in quanto leggere fa tutta la differenza del mondo, credimi. Le persone ricche investono la maggior parte del loro tempo davanti ad un libro. Questo ti permetterà di crearti quanto prima delle piccole rendite automatiche che ti permetteranno di finanziare in parte le tue uscite fisse senza intaccare lo stipendio.

Vuoi raddoppiare i tuoi soldi? Piegali a metà e rimettili in tasca quando stai per comprare qualcosa di inutile.

Cinque consigli per la tua libertà finanziaria

Di seguito troverai cinque consigli che mi sento di darti per raggiungere nel lungo periodo la tua indipendenza finanziaria. Anche se possono sembrare scontati ti garantisco che la maggior parte delle persone non riesce a raggiungere la propria indipendenza finanziaria perchè non fissa bene gli obiettivi e non si committa su di essi. Non importa quale importo ti prefiggi di ottenere, ognuno in base al proprio tenore di vita ha esigenze di reddito completamente diverse, la vera sfida stà nel perseguire con perseveranza gli obiettivi che ci siamo preposti.

#1 Sviluppare un piano a lungo termine

Prima di tutto è molto importante che tu trascriva i tuoi obiettivi su un foglio di carta. In questo modo la tua mente, senza che tu lo sappia, si focalizzerà sugli obiettivi che ti sei prefisso. Per quanto possa lasciare perplessi a prima vista, questo cambiamento improvviso ha a che fare con un’arma di persuasione molto diffusa e profondamente radicata in noi allo scopo di dirigere inconsciamente le nostre azioni. Si tratta, molto semplicemente, del nostro bisogno quasi ossessivo di essere coerenti con ciò che abbiamo già fatto. Gli psicologi hanno capito da tempo l’importanza del principio di coerenza nel dirigere le azioni umane. Se vuoi saperne di più sulle armi della persuasione ti consiglio il libro dello psicologo statunitense Robert Cialdini  “Le armi della persuasione. Come e perché si finisce col dire di sì”. Ricorda infine, di annotare una data entro la quale voler raggiungere l’obiettivo prefissato.

#2 Creati un budget familiare

Non potrai mai intraprendere una strada verso la libertà finanziaria, senza sapere le spese che ogni mese abbattono il tuo stipendio. Ecco perché è di vitale importanza stilare un semplice budget familiare mensile dove annotare tutte le entrate e le uscite in modo da tenere sotto controllo le spese ed essere sicuro di avere i soldi sufficienti a coprire le tue esigenze attuali e pianificare un obiettivo di risparmio. Puoi scaricare questo semplice template excel che ti permetterà di tenere traccia delle entrate e delle uscite durante l’anno.

#3 Saldare tutti i tuoi debiti

Cerca di pianificare un piccolo budget per ogni debito che ti rimane da saldare; che tu abbia una carta di credito revolving (ovvero un credito messo a disposizione dall’istituto emittente, che diminuisce con l’utilizzo della carta e si ricarica con il rimborso mensile) o un finanziamento, devi assolutamente fare in modo di azzerare quanto prima le uscite automatiche (potremmo definirle quasi come dei costi fissi). Il mio professore di economia monetaria all’università amava ripetere: ogni soldo non speso non necessita di essere guadagnato!

#4 Ridurre le spese inutili

Lo so, può sembrare banale e scontato, ma ti garantisco che, se riuscissi a tagliare le spese quotidiane superflue alla fine dell’anno non riuscirai a credere quanto tu abbia potuto risparmiare semplicemente cambiando abitudini di spesa. Prima di ogni acquisto, chiediti sempre il vero motivo per cui stai acquistando qualcosa in modo che tu possa decidere se hai strettamente bisogno di quel bene oppure se potrebbe andare bene magari una versione più economica, risparmiando ed investendo il differenziale. Citando il maestro degli investimenti Warren Buffett: “se compri cose di cui non hai bisogno, presto sarai costretto a vendere cose di cui hai bisogno”

#5 Investi i tuoi soldi

Una cosa è certa, lasciare i soldi sul proprio conto bancario o postale non è un investimento, in quanto attualmente i tassi di rendimento applicati al conto corrente sono praticamente a zero! Ti consiglio di tenere sul conto corrente la liquidità necessaria per fronteggiare le spese correnti e di investire almeno il 30% del tuo stipendio in asset (finanziari o meno). La sottoscrizione di un piano di accumolo l’acquisto di azioni o obbligazioni sono esempi di investimenti definiti liquidi (ovvero che nel caso di bisogno possono essere rivenduti in tempi brevi sul mercato ed avere a disposizione la liquidità necessaria a fronteggiare una spesa). Quindi, che tu investa in strumenti finanziari o immobiliari (se hai a disposizione un budget più cospicuo) l’importante è che tu abbia la possibilità di fronteggiare spese improvvise o meglio ancora coprire, con il surplus guadagnato dall’investimento, le spese fisse che ogni mese devi affrontare. Questa è la strada migliore per raggiungere sul lungo periodo una vera e duratura libertà finanziaria.

Libri consigliati sull’argomento

Ti potrebbe interessare leggere questi articoli: