Parlare in pubblico: 10 regole per superare l'ansia

La paura di parlare in pubblico colpisce tutti o quasi, quando si presenta l’occasione. L’ansia fa dimenticare quello che abbiamo da dire, la bocca diventa secca, i gesti del nostro corpo risultano impacciati. E soprattutto, l’ansia genera ansia. Come possiamo vincere la paura di parlare in pubblico? Semplice, seguendo i dieci consigli per superare l’ansia, perché il public speaking non è un talento innato, ma una capacità che si impara. Anche con qualche trucco per una comunicazione efficace.

    1. Se ci capita di parlare in pubblico, probabilmente dovremo tenere in piedi un discorso abbastanza lungo e soprattutto molto lineare, in modo da risultare comprensibili a tutti e generare una comunicazione efficace. Questo può accadere soltanto se abbiamo perfetta padronanza dell’argomento che andremo a trattare: non perderemo il filo parchè sappiamo quello che vogliamo dire, riusciremo a riprendere dopo ogni interruzione e a rispondere a ogni domanda con grande sicurezza.
    2. Cerchiamo un punto di riferimento. Questo è un trucco vecchio ma sempre efficace: guardiamo una persona alla volta, come se parlassimo proprio a lui o a lei, non spaziamo con lo sguardo sulla folla. In questo modo ci sembrerà di avere davanti un solo interlocutore alla volta, e non una folla di persone.
    3. Riconoscere il pubblico. È importante capire chi abbiamo di fronte, perché non potremo parlare allo stesso modo a una gena di gala e alla manifestazione in piazza con un megafono. Adeguiamoci ai luoghi e alle persone, ma senza perdere di vista quello che siamo e abbiamo da dire.
    4. Abbigliamento giusto. È importante sentirsi comodi nei nostri vestiti, a proprio agio, senza però sottovalutare il fatto che per molte persone, soprattutto per chi non ci conosce, il nostro abbigliamento sarà come un biglietto da visita.
    5. Umiltà e sincerità. Sono due grandi qualità e risorse che possiamo usare se ci troviamo nella situazione di dover parlare in pubblico. Una comunicazione efficace nasce proprio dalla sincerità e quindi dalla fiducia che andremo a instaurare con in nostri interlocutori. Risulteremo spontanei e quindi più simpatici, il pubblico si dimostrerà ben disposto verso di noi e nei confronti di quello che abbiamo da dire.
    6. Semplicità. Un discorso in pubblico non deve diventare la dimostrazione del nostro valore. Non tutto sarà assolutamente perfetto, commetteremo degli errori o succederà qualche imprevisto, ma è normale, è la vita. Affrontare tutto questo con semplicità, e allo stesso modo apparire al nostro pubblico, è la strada vincente per fare bella figura e non farsi vincere dall’ansia.
    7. La fretta è cattiva consigliera. Non dobbiamo avere fretta di scappare dal palco o di lasciare il microfono, neppure di esaurire quello che abbiamo da dire con la paura di annoiare gli ascoltatori. Eliminiamo l’ansia, prendiamoci il tempo che serve, parliamo in modo chiaro senza mangiarci le parole, terminiamo il nostro discorso con il piglio giusto.
    8. Dimentichiamoci le mani. Spesso parlando in pubblico non sappiamo dove mettere le mani, e insieme alle braccia diventano un impedimento quando, al contrario, potremmo usare la gestualità a nostro vantaggio. Dimentichiamo di avere le mani e lasciamo che si muovano da sole per aiutare la nostra voce.
    9. Concentriamoci sul contenuto. A volte, mentre parliamo, iniziamo a divagare con la mente analizzando l’esperienza che stiamo vivendo. Niente di più sbagliato! Concentriamoci sui contenuti, dopo avremo tutto il tempo di pensare a come siamo andati.
    10. Un bel respiro e un bicchiere d’acqua prima di parlare sono più efficaci di quanto si possa pensare.

Libri consigliati sull’argomento

Ti potrebbe interessare leggere questi articoli: